• Stanislao Zama

Come faccio a capire se mi sto allenando troppo?

Aggiornato il: gen 20

Long Story Short

Quando non mantieni o peggiori le prestazioni negli esercizi principali e questo non era stato programmato a priori nella periodizzazione, probabilmente ti stai allenando troppo.

PREMESSA

Partendo dal presupposto che parleremo di soggetti che tendono ad allenarsi molto/troppo e quindi con volumi elevati e molte sedute di allenamento a settimana, analizzeremo come capire quando il volume di allenamento a cui ci stiamo sottoponendo sia troppo anche in situazioni in cui non seguiamo un allenamento periodizzato.


ALLENAMENTO NON PERIODIZZATO

Mi sto allenando in autonomia e seguo una scheda “a sentimento” che cambio periodicamente “come viene”?

Per capire se sto facendo troppo e quindi mi sto avvicinando ad un overreaching o ipoteticamente ad un overtraining, posso monitorare le mie prestazioni per vedere se nel medio periodo le sto mantenendo o se stanno peggiorando negli esercizi fondamentali.

Nel caso le mie prestazioni continuino a decrescere nel tempo, probabilmente mi sto sottoponendo ad un volume di lavoro, per quel gruppo muscolare, troppo elevato


rispetto alle mie possibilità in quel determinato periodo.


Non periodizzando l’allenamento dovrei intervenire per evitare di andare in overtraining continuando cronicamente con dei volumi che non riesco a tollerare.

Pensi che gli allenamenti debbano essere assolutamente sfiancanti e ti debbano distruggere?

Se nel medio/lungo termine iniziate ad avere delle infiammazioni sospette che si ripresentano con sempre maggior frequenza, probabilmente o state eseguendo dei movimenti in modo scorretto, e l’alto volume vi sta semplicemente aiutando nel raggiungimento di una bella infiammazione cronica.

Oppure il troppo volume vi impedisce di recuperare da quelle piccole infiammazioni, fornite dallo stress dell’allenamento, che di conseguenza ci porta nel medio/lungo termine a delle infiammazioni fastidiose e persistenti anche se gli esercizi che eseguiamo sono svolti con tecnica corretta.




ALLENAMENTO PERIODIZZATO

Nel caso foste seguiti da un allenatore che periodizza la programmazione e perciò non vi da una scheda che rimane uguale per un mese o più, allora si potranno avere due scenari.


PERIODIZZATO PER CHI INIZIA

Solitamente chi si allena da poco non dovrebbe mai lavorare con volumi di lavoro troppo elevati, poiché inizialmente riuscire ad avere degli adattamenti è più semplice e si possono utilizzare delle progressioni negli esercizi che non raggiungano volumi di allenamento esageratamente elevati e soprattutto non necessari per quel soggetto.


PERIODIZZATO PER CHI GIÀ SI ALLENA

Per chi si allena già da tempo l’approccio cambia e, quando si vuole individuare il massimo volume allenante, si cercherà di aumentare gradualmente il volume di allenamento ad ogni blocco, eseguendo uno scarico alla fine dello stesso.

Monitorando la prestazione per avere il polso della situazione.

Quando osserveremo un calo della prestazione o sintomi di overreaching terremo quel volume di lavoro come riferimento per avere un tetto massimo (per la fase successiva e non per sempre) di volume.

Grazie a questo procedimento avremo un dato oggettivo su cui lavorare per sviluppare le programmazioni future.


Speriamo di avervi dato qualche spunto utile per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi, se avete altre domande o curiosità lasciate un commento o contattateci, saremo felici di rispondervi!


47 visualizzazioni0 commenti